home
Mappa del sito
Contatti
Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie
 Home » Diocesi » Uffici Pastorali » Progetto Policoro 

Progetto Policoro   versione testuale


 
È un progetto organico della Chiesa italiana che tenta di dare una risposta concreta al problema della disoccupazione in Italia. Policoro, città in provincia di Matera, è il luogo dove si svolse il primo incontro il 14 dicembre del 1995.
 Si vuole affrontare il problema della disoccupazione giovanile, attivando iniziative di formazione a una nuova cultura del lavoro, promuovendo e sostenendo l'imprenditorialità giovanile e costruendo rapporti di reciprocità e sostegno tra le Chiese del Nord e quelle del Sud, potendo contare sulla fattiva collaborazione di aggregazioni laicali che si ispirano all'insegnamento sociale della Chiesa.
L'icona biblica del Progetto è tratta dagli Atti degli Apostoli (3,1-10). Pietro e Giovanni, allo storpio che chiedeva l'elemosina alla Porta Bella del Tempio di Gerusalemme, non hanno da offrire ricchezze materiali, ma il Vangelo che è Gesù. «Non possiedo né argento né oro, ma quello che ho te lo do: nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno, àlzati e cammina!». La Chiesa offre a ogni persona il suo tesoro, Gesù. La ricchezza del Vangelo cambia la vita e aiuta le persone ad alzarsi dalla strada della rassegnazione e del mendicare assistenza per camminare insieme e con cuore nuovo lungo i sentieri della speranza e dell'autentico sviluppo.
Le tre linee di intervento:
a.    Evangelizzare il lavoro e la vita. Il Progetto, a partire dal «reciproco appello, che si fanno continuamente il Vangelo e la vita concreta, personale e sociale, dell'uomo», è un piccolo segno che si spinge sulle frontiere avanzate dell'evangelizzazione: disoccupazione, usura, minori sfruttati, disabili, lavoro nero. In questi luoghi, dove la dignità delle persone è calpestata, il Vangelo realizza il cambiamento, libera dall'oppressione, conduce nella direzione della gioia e della speranza. Il soggetto di questo impegno di evangelizzazione è principalmente la comunità cristiana.
b.    Educare e formare le coscienze. Il Progetto ha una finalità essenzialmente educativa ed è pienamente in linea con gli orientamenti pastorali della Conferenza Episcopale Italiana, Educare alla vita buona del Vangelo. Il triennio di formazione degli Animatori di comunità, che si impegnano assieme ad altri giovani e adulti nel loro territorio, si basa sul Compendio della dottrina sociale della Chiesa, presentato nella sua interezza nei corsi annuali, e sulla Caritas in veritate. Il primo anno sviluppa il tema 'La mia missione'' (vocazione, persona, solidarietà, sussidiarietà, bene comune) attingendo ai capitoli 1-4 del Compendio. Il secondo anno 'La mia missione' nella e per la città' (famiglia, lavoro, economia e politica), capitoli 5-8. Il terzo 'La mia missione' nel e per il mondo' (comunità internazionale, creato, pace, Chiesa) capitoli 9-12.
c.    Esprimere gesti concreti (idee imprenditoriali e reciprocità). Attraverso un metodo globale (evangelizzazione, educazione, gesti concreti) che valorizza la persona nella sua interezza e la società nelle diverse realtà (ecclesiale, istituzionale, associativa) si realizzano così opere concrete (cooperative, consorzi, imprese, microcredito, reciprocità Nord-Sud') capaci di far germogliare speranza e sviluppo e donano possibilità lavorative a migliaia di giovani e permette loro di sposarsi e generare figli.
Il Progetto punta a rendere i giovani, spesso vittime della rassegnazione, della violenza e dello sfruttamento, autentici protagonisti del rinnovamento della loro terra nel «farsi costruttori di una nuova società». Basandosi sull'educazione dei giovani e sul loro attivo coinvolgimento nel processo educativo, il Progetto rende possibile un cambiamento autentico di mentalità, che si esplicita nelle opere realizzate: il Vangelo annunciato al cuore dei giovani, cambia la loro mente, e li spinge ad agire.
«Non esistono formule magiche per creare lavoro. Occorre investire nell'intelligenza e nel cuore delle persone». (Don Mario Operti)
I nostri servizi
1.      Sportello Informagiovani
(è un vero e proprio centro servizi dove potrai trovare tutte le informazioni sulla creazione di impresa giovanile);
 
2.     Consulenza per la redazione del 'Curriculum vitae Europass';
3.     Accompagnamento imprenditoriale
(sia nella fase di start-up, sia nella fase di gestione ordinaria, grazie alla collaborazione con gli enti della filiera tecnica);
 
4.     Ausilio alla redazione di un 'Business Plan';
5.     Orientamento universitario e professionale (progetti nelle scuole);
6.     Organizzazione di seminari sulla cooperazione;
7.     Newsletter e Facebook
(annunci-lavoro, formazione, concorsi, bandi, finanziamenti);
 
8.     Microcredito diocesano
(attraverso il 'Fondo di Garanzia-Progetto Policoro'-Bcc La Riscossa ).
 
Info:
Centro Servizi Crea Lavoro
Largo Duomo, 10 - 94014 Nicosia (En)
tel/fax 0935 646040 
 

stampa questa pagina segnala questa pagina
Diocesi di NICOSIA Copyright ©2011 credits